Immersioni e Subacquea

Incontro Capo d'Acqua. 'Piacere!', mi sussurra. 


darospoaprincipePrima immersione della stagione. Prima immersione della mia vita in acqua dolce (chiare, fresche e dolci acque, avrebbe detto Petrarca).

Prima immersione con la muta stagna, affittata da EDP (un riferimento nel settore).

Adoro stare in acqua. Ma temevo che ricimentarmi nella subacquea a distanza di un anno mi avrebbe prostrato: ricordarsi i dettagli, le modalità di montaggio dell'attrezzatura, lo stress del passaggio dalla terra all'acqua... Tutto, pur di riscoprire il piacere dello stare immerso nella soluzione vitale per antonomasia!

Dubitavo di essere all'altezza del gruppo: consumare troppa aria per l'affanno, aver problemi nella compensazione, 'spallonare', etc. 



Questi erano i pensieri mentre indossavo il sottomuta. Questi i pensieri che mi hanno accompagnato durante la vestizione della muta. Questi i pensieri che mi toccavano mentre allacciavo il gav e andavo a proteggere gli occhi calando la maschera. E questi erano i pensieri quando ho messo il respiratore in bocca e mi sono avviato ad effettuare la mia capovolta all'indietro. Poi...

... la magia!

Con gli occhi aperti vedo il mondo capovolto che ritrova immediatamente senso sott'acqua. Riemergo. Nell'acqua. La sensazione è di benessere. È il mio ambiente, quello: perché mai avrebbe dovuto non accogliermi?

darospoaprincipe
Ero l'ultimo di dodici: un apostolo dei tempi moderni.

Segnale d'ok e via. Compenso, naturalmente. Scendo. Compenso ancora. Tutto mi viene naturale. Ci guardiamo col compagno. Imprescindibile sistema di coppia: ok. Chiudiamo la piccola spedizione. Acqua a 11°: non m'interessa!

Sono dentro. Sento la pace. Sento ogni parte del mio corpo viva e pronta. Mi guardo intorno. Respiro. Il tempo passa. Respiro. In sospensione. Leggero.

Le felci d'acqua, i piccoli organismi come quello nella foto, gli anfratti nelle rocce che definivano i mulini, i raggi del sole rifratti nell'acqua. Tutto molto bello. Ma io ero lì per misurare me stesso. Per stare in pace. Per rilassarmi.

Respiro. In sospensione. Leggero.

Il mondo circostante diviene solo un accessorio della mia essenza.

La guida chiude l'immersione: 30 min. a 11°. Il manometro segna 80 bar: ne avevo ancora. Il freddo non mi ha vinto. Il bello della muta stagna: il mio corpo ha risposto al meglio a tutte le sollecitazioni.

Sono felice. Ciao, Capo d'Acqua: il piacere è stato reciproco!

Prima o poi troverò l'anima gemella con cui condividere queste intime emozioni. 

Prima o poi...


-------------------------

''La luna che comincia a delinearsi, noi due distesi sul prato sotto il cielo terso; chi se ne frega dei quattro vestiti indossati che si sporcano: cinque minuti così fan dimenticare ogni problema. Sei bellissima: potrei guardarti senza stancarmi sette giorni su sette; mi fai sentire come sull'ottovolante. Sempre novella è l'emozione provata quando le dieci dita di ciascuno cercano teneramente riparo sotto gli abiti dell'altro. E' così complicato riuscire a contare fino a dieci insieme alla persona amata?'' S.B.