Non tutte le ciambelle riescono col buco


Del fuoco si può dire che sia stata un'eccezionale scoperta.

darospoaprincipeLa ruota è stata però con ogni probabilità l'invenzione principe dell'umanità: proviamo per un solo istante ad immaginare la ns. vita senza di essa. A parte l'assenza di ciambelle, nonché di automobili e motociclette: nessun ingranaggio! Il ritorno all'età della pietra, praticamente.

Da quel momento l'uomo prese coraggio e cominciò ad  inventare e scoprire ogni ben di dio per il bene della collettività tutta. Ma non fu sempre un bene: non ogni invenzione ha riscosso l'auspicato successo. Molte sono uscite senza buco.

Prodotti immessi sul mercato coll'idea di rivoluzionare gli stili di vita si son rivelati al dunque puri fiaschi. Con gli annessi rischi ed i connessi fischiPer cominciare, mi viene in mente il Segway: avrebbe dovuto stravolgere la viabilità mondiale fin dal suo lancio.

E prima di questo spettacolare due ruote, ci fu l'emblema del fallimento a quattro ruote: la famosa (famigerata!?) Fiat Duna. Poi...


... Clippy, l'inopportuno assistente di Office 97 a forma di graffetta, 


darospoaprincipe
lancia aerei di carta elettrico






il lancia 'aerei di carta' elettrico,











darospoaprincipe
aspirapolvere usb


 il mini-aspirapolvere usb,                                                                                                                                                            










darospoaprincipe
ciabatte luminose

le ciabatte luminose,
















darospoaprincipe
ipad da cesso






il porta Ipad da gabinetto (prosaicamente, Apple).










"Il successo arride a coloro che sono in grado di resistere alla tempesta, mantenendo saldi i loro principi" è scritto nell'I Ching, il grande libro dei mutamenti; "Il destino ci pone sempre innanzi a grandi opportunità brillantemente travestite da problemi insolubili" avvertiva G.B.Vico; "L'uomo è un dio quando sogna, un pezzente quando riflette" ammoniva F.Holderlin; "Mai rinunciare a realizzare un proprio sogno: a che serve vivere se no?" dico io (pur dovendo ammettere che, a parità di sogno, l’esile zona grigia che separa il “grande” dal “coglione” è sovente riassumibile nell’effettivo successo conseguito...).

Lo sviluppo si è realizzato grazie alla costante ed affannosa ricerca condotta da "pazzi", "eretici", persone che, all'inseguimento del proprio sogno, hanno scoperto le cose più straordinarie... S.B.