A I K A


Aika è La donna Giapponese.

darospoaprincipe Aika è discreta. Parla con un filo di voce. Veste in modo sobrio. Arrossisce…

Non cerca mai la ribalta: sa che nell’ombra si agisce in maniera più proficua. 

Non avrebbe mai colto la mela dal fatidico albero: avrebbe indotto Adamo a farlo per lei.

Aika non è cresciuta con Beautiful: altri sono stati i semi che hanno germogliato in lei.

Aika pratica arti marziali: uno stile di vita.



darospoaprincipeAika ha un atteggiamento umile, mai aggressivo: ascolta, non interrompe. 

Aspetta il suo turno per contrattaccare, se necessario, in maniera ferale.

Impara e mantiene continuamente viva la voglia di imparare.

È decisa e sicura di sé. Senza bisogno di sfoggiare tacchi alti e smalto sulle unghie!

È donna, Aika. Felice di esserlo. Fiera. 

E non cerca di essere un uomo per sentirsi accolta nella società.

Conosce il senso della Natura e sa che ogni dettaglio deve occupare necessariamente il suo posto affinché l’armonia perduri.

Geisha? Samurai? Non so...

Aika è La Donna. Semplicemente.

Quella che in occidente è andata ormai scomparendo, seppellita dal pattume propinato in tv e sui giornali che sono andati promuovendo negli anni la figura della donna magra, aggressiva e in carriera.

darospoaprincipe

Mass Media – Natura : 1 - 0.


Spero si tratti solo del primo tempo…




Commenti

  1. ... non credo che si possa fare di tutta un'erba un fascio. Quando si incontra una donna diversa dall'etichetta descritta (tacchi a spillo smalto in carriera e aggressiva) la si definisce strana e chiusa dietro un'ostrica.
    Non è necessario andare in Giappone e rimanere affascinati dalle donne del posto (che mi sembrano alquanto sottomesse) quando in realtà in occidente è pieno di belle donne (intese come persone) ma non vengono notate!

    RispondiElimina
  2. niente fumo e niente ventennio.
    e tra la donna in carriera e quella chiusa ad ostrica c'è un'infinita gamma di nuances!
    in occidente s'è imposto il modello della donna in carriera come donna non sottomessa: far credere ad un soggetto in catene di essere libero è stato il più efficace degli artifici di questo malato sistema per perpetuare il proprio potere.

    RispondiElimina
  3. .... la donna ostrica rispetto alla donna aika è piu' vera, passionale, incazzosa, genuina, simpatica, con un alto senso del dovere e della morale. Cosa manca alla donna ostrica? Ai posteri l'ardua sentenza!

    RispondiElimina
  4. la donna ostrica è più incazzosa della donna Aika. questo è l'unico dato certo! :-D

    RispondiElimina
  5. ... quando non si conosce la donna ostrica si danno giudizi affrettati e sbagliati. Peccato

    RispondiElimina
  6. ... quando non si conosce la donna AIKA si danno giudizi affrettati e sbagliati. Peccato

    RispondiElimina
  7. ..... le donne ostriche hanno il cuore caldo.... e di sicuro la donna AIKA cuore freddo!!!!!

    RispondiElimina
  8. Sterili definizioni di un universo.

    RispondiElimina
  9. ...questo il peccato maggiore.

    RispondiElimina
  10. Solo nel confronto, la crescita. L'assenza di definizioni è d'aiuto solo ad un livello spirituale elevato.
    Il cuore delle ostriche: l'unica parte degna d'interesse. Difficile da scoprire...

    RispondiElimina
  11. Le ostriche preferisco assaporarle voluttuosamente con un ottimo Gewürztraminer.
    Parliamo del cuore della donna, della sua dualità: l'essere esterno, quello visibile e quello interno, selvaggio, non facilmente visibile.
    La donna che non accetta la sua duplice natura, che nasconde o favorisce troppo un lato, vive in disequilibrio.
    Ecco che diventa, sempre più spesso, aggressiva; negli abiti, nel lavoro, in famiglia.
    Ecco che nascono confuse definizioni.

    RispondiElimina

Posta un commento

Arricchiscimi esprimendo il tuo pensiero.