ETÀ REALE


L'anno di nascita è l'unico dato onesto nei discorsi relativi all'età: tutto il resto è oggettivamente opinabile. Quanti anni abbiamo, in realtà?

darospaoprincipe- 5 anni quando cominciamo a saltellare come matti una volta appresa una bella notizia;

15 anni quando cerchiamo il cellulare sperando di trovare la sua chiamata o il suo sms col tempo che sembra non scorrere mai nell'attesa;

- 20 anni quando ci sentiamo invincibili e senza tempo;

- 40 anni quando siamo convinti di poter ormai bastare a noi stessi e cominciamo a soppesare lo scorrere del tempo correndo di appuntamento in appuntamento;

- 80 anni quando sentiamo racconti che ci riguardano e non ne ricordiamo affatto i contorni: ogni minuto in nostro possesso assume il valore dell'infinito;

- 100 anni quando prendiamo coscienza che i traguardi impossibili sono realmente raggiungibili, a dispetto del tempo e dello spazio.

Il corpo si consuma, l'anima resiste.




'Il giovane senza speranza è già vecchio', ha detto Papa Francesco.



darospoaprincipe
In qualunque fase della vita siamo costantemente votati alla ricerca della felicitàE sbagliamo.

La felicità non si cerca: è lei a trovarci quando siamo pronti ad accoglierla.

Spendiamo la nostra esistenza a caccia di ciò che non abbiamo e, con i paraocchi che ci costruiamo con cura certosina nel quotidiano, c'impediamo di godere fattivamente di ciò che abbiamo.

Consumiamo il nostro corpo mentre l'anima resiste.

Che vita! Rallentati dai pesi del passato e spinti in avanti dall'idea del futuro: sempre fuori sincrono nei confronti del presente... Ecco quello che otteniamo: moriamo.

Moriamo ogniqualvolta evitiamo di vivere il momento presente con pienezza.

Viviamo la vita morendo ogni momento.

È solo il bambino che abbiamo mantenuto vivo dentro di noi che ci permette di sopravvivere alle tristezze che ci siamo inferte.

Cambiare, in certi casi, è salutare, non solo obbligatorio.