OCCHI PER VEDERE


darospoaprincipe
realizzare il reale

Siamo costantemente bombardati di Verità.

Ma limitarsi all'uso degli occhi per capire a fondo gli eventi non è sempre il percorso migliore.

Leggere i giornali ci porta infatti a credere che l'affaire Costa Concordia al Giglio sia l'argomento del giorno. Periodicamente, almeno. Per l'orgoglio di Letta...

Si parla di mignotte 'rumene' e di preti.

Si parla del rigore di Balotelli al 91°.

Ci voglion far dimenticare la Siria del Presidente Assad, già usata come diversivo dall'obiettivo primario della politica Americana: l'Iran.

Ci voglion far dimenticare della disastrosa politica economica restrittiva della UE.

Ci voglion far dimenticare che stanno svendendo il Paese.







darospoaprincipe
occhio universale
Eppure abbiamo il terzo occhio!
L'occhio sull'infinito. L'occhio infinito.

Se non altro, abbiamo internet...

Abbiamo la libertà di cercare, d'informarci, di capire, di crescere, di evolverci. Invece ci fermiamo a subire ciò che ci propinano. Passivamente.

Lasciamo che la 'casta' si muova liberamente senza dar conto mai del proprio operatoAmato in Corte, p.es.

Lasciamo che la 'casta' si arricchisca e perpetui il proprio potere alle nostre spalle.

Lasciamo che la 'casta' ci tratti da servi. Di nuovo... Un triste ritorno al feudalesimo. 


Aveva ragione Vico, con la sua teoria dei 'Corsi e Ricorsi'.

Dobbiamo trovare il nostro Salvatore. Il nostro Liberatore.



“Discutere dei governi delle così dette democrazie: Inghilterra, Francia, Stati Uniti, è una semplice perdita di tempo, sino a che non si distingue tra teoria e fatto. Questi tre paesi sono controllati dagli usurai, sono usurocrazie o daneistocrazie, ed è perfettamente inutile di parlarne come se fossero controllati e governati dai loro popoli o dai delegati che rappresentano i loro popoli, o nell’interesse dei loro popoli.” - Ezra Pound (1933)







Commenti

  1. Ci dobbiamo salvare da soli, solo così la società sarà più robusta.
    Delegare a un Salvatore, è esattamente come delegare alla classe partitica.

    RispondiElimina
  2. delegare ad un salvatore è scaricare ogni responsabilità: ammettere la propria inettitudine alla crescita soggettiva. è trovare di continuo una figura paterna a cui subappaltare l'approvvigionamento del cibo.

    RispondiElimina
  3. Direi “legittimare” la propria inettitudine alla crescita soggettiva.
    Anziché combatterla.

    ...

    Ma che vogliamo chiedere, a chi é sempre e a prescindere contro l'aspetto “fisico”, “aggressivo” ch'é insito in ogni essere umano ( atteggiamento di comodo, atteggiamento vile ) ?
    Ai negazionisti di sè ?

    RispondiElimina

Posta un commento

Arricchiscimi esprimendo il tuo pensiero.