BAMBINI D'OGGI

Oggi si presta molta attenzione ai propri figli.
darospoaprincipe
bambini nel tempo


Si sta ben attenti a che non raccolgano oggetti da terra per metterseli in bocca; li si fa vaccinare contro l'influenza; li si fa accomodare su di un seggiolino ergonomico quando li si porta in macchina; li si dispone davanti alla TV col filtro del decoder attivato; etc. etc.

D'altra parte, però, la vita sempre più frenetica porta i genitori a non poter più essere troppo presenti. 

Certo: prima si lavorava anche per dieci ore al giorno, sei giorni alla settimana; mentre oggi la giornata media lavorativa è di otto, con molti che riescono a biecamente sfruttare le mitiche trentasei (36!) ore settimanali.

Vita frenetica, dicevo: c'è la palestra, ci sono gli amici... 'Ho bisogno dei miei spazi, perbacco!'

E pace se poi i bimbi crescono in compagnia di ADHD e della DIESSE piuttosto che coll'affetto e la vicinanza dei genitori: non si può mica avere tutto!



darospoaprincipe

Multare la Juventus perché migliaia di piccoli bimbi urlano l'impronunciabile nome del portiere della squadra avversaria (Brkic) associandolo alla ben nota forma anfibia di materia organica colorata a tinte marroni, è gesto da primo posto nella classifica dell'Ipocrisia.

Per tre ordini di motivi:

1. fin dai primordi il tifo si è espresso in modo becero con cori mai eleganti e spesso offensivi
2. chi semina vento, raccoglie tempesta
3. abbiamo mai notato la somiglianza di un teschio di bambino con quello di Predator?



Commenti