WHATSAPP?

darospoaprincipe

Che càpita?

Così tradurrebbero gli insegnanti di Oxford questa sequela di suoni: u o z z a p?

Per i bambini italianiinvece, è solo la funzione di messaggistica gratuita presente nel proprio smartphone.

Ce lo meritiamo tutto il posto conquistato nel ranking mondiale dell'alfabetizzazione: tutto è relativo, d'accordo, ma a tutto c'è un limite!

Purtroppo, non ogni cosa viene capìta...



il tocco del bimbo
tocco del bimbo

Tutto torna, però: la capacità di socializzare dei ragazzini sta decrescendo esponenzialmente. Potremmo augurarci che tutto prenda forma nella benaugurate massima: ''più uccell', meno cell!''

E però, nella coppia moderna, anche il tutto ha assunto un fascino relativo.

E quando s'è capito che tutto era ormai perduto si è deciso di tornare infatti al sistema pensionistico contributivo!

I 90 cent. richiesti per un servizio che apps come Line (sponsorizzato prima da Messi e ora da Emma Marrone) e Viber (... da un sostenuto passaparola) continuano a fornire gratis, han naturalmente decimato il numero di utenti.
l'amore al tempo di whatsapp
amore al tempo di whatsapp

Anche perché molte sono le annose amicizie naufragate d'emblée tra i velenosi sospetti maturati a seguito della notifica di lettura del messaggio, deprivata della sua naturale, attesa, fisiologica e dovuta risposta. Uozzap: la comunicazione che divide! 

Le donne vantano dei superpoteri eccezionali in questo ambito. Donne adulte, non adolescenti... Donne che vedono incubi ovunque e indagano, costruiscono fattispecie inesistenti...

("Le hai mandato il messaggio?"
"Si..."
"E che t'ha risposto?"
"Visualizzato alle 21:05"
)


D'altronde si raccoglie ciò che si semina. E si sa: quando ci si china a raccogliere... E' tutto un attimo!




''Non saremo mai in grado di rimuovere il sospetto e la paura come cause potenziali di guerra fino a che non si permetterà alla comunicazione di viaggiare, libera ed aperta, attraverso i confini internazionali.''HARRY SPENCER TRUMAN



Commenti