Tassisti e Tassinari


Mobilità sempre più difficoltosa nelle grandi metropoli. 
darospoaprincipe
Il 13 gennaio 2014 Parigi è stata bloccata da taxisti inferociti contro la Uber, multinazionale che offre servizi di vetture con autista. 

Gli autisti sono partner della società a tutti gli effetti: la Uber si preoccupa solo di coordinare le chiamate a mezzo della propria piattaforma tecnologica, una 'App' incentrata su geolocalizzazione che di fatto elimina i centralinisti e le chiamate telefoniche, a fronte del 20% dell'incasso come guadagno.

A New York la Uber ha trovato l'accordo con i taxisti.

In Italia... 




La lobby dei taxisti è forte e può spostare da sola l'esito delle amministrative, come il sindaco di Roma ben sa.

Uber fa paura a chi ha pagato oltre 200 mila euro la propria licenza: ed è così che ci si sente legittimati a far uso di intimidazioni di ogni risma.

La rivoluzione era già cominciata con Blablacar.

É il libero mercato, baby! Quando le tasse sulle sigarette salgono, il mercato nero gioisce. 

Ed effettivamente... perché mai usufruire di un servizio impeccabile, economico e certo, su auto di lusso con autista preparato e cordiale, quando puoi invece scegliere un bel taxi che spesso include nel prezzo gonfiato anche la puzza di fumo dell'abitacolo, automobile portata allo sfinimento per risparmiare e un autista che parla appena l'italiano?

La scelta è ardua. Meglio difendere questi scioperi.

Meglio riderci su, per evitare di piangere.

Sabato sera sono uscito a bere una birra con degli amici. 

Sappiamo bene come vanno 'ste cose: una birra tira l'altra, quando ci si diverte in compagnia. Si esagera tutti, il sabato sera.

E quando, dopo l'ultima, c'è l'amico bastardo che chiama il giro di tequila, che fai? Dici di no? Si va avanti: tutti per uno... Ma siamo saggi, ormai. Sappiamo bene come vanno 'ste cose. E sappiamo premunirci a dovere.

darospoaprincipeChi aveva la ragazza sobria, ha fatto guidare lei. Io... Sono solo.

Ho preso il taxi per tornare a casa. E ho benedetto la mia scelta quando ho incrociato i posti di blocco.

Mi sono amato moltissimo quando sono arrivato a casa integro a dispetto di quanto avevo bevuto: sappiamo fin troppo bene come potrebbero andare 'ste cose... Ho imparato a rispettarmi e a rispettare il mio prossimo, crescendo.

L'aspetto più sorprendente è che non avevo mai guidato un taxi fino ad allora e non so ancora oggi dove diamine l'avessi preso!

Dopo aver letto un elenco dei possibili danni che l’alcool può recare alla salute, ho smesso di leggere - Henny Youngman

Commenti

  1. La domanda da porsi è un'altra. La licenza la rilascia il Comune, giusto? Quindi quando "tu" ti stanchi di fare il taxista dovresti riconsegnarla, giusto? E chi c@xxo ti ha dato il permesso di venderla? Non è mica tua". E tu che l'hai comprata? Hai verificato la proprietà del bene/servizio che stai comprando? NO? C@xxi tuoi, esiste la legge sull'incauto acquisto. E della multa che taxista e passeggero/cliente prendono se si ferma un taxi per strada anzichè chiamarlo al telefono o andando fisicamente al parcheggio? Le lobby mi stanno sui maroni, anzi, da milanese doc, in questo caso mi stanno sul Maràn!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il contributo. Condivido ogni singola parola, Parolacce camuffate incluse! :-D
      Purtroppo è sempre più facile allargare i cordoni della borsa piuttosto che restringerli: i tassisti sono una delle innumerevoli categorie su cui la politica ha mangiato e lucrato, consentendo loro di muoversi al di là della più stretta legalità.
      Oggi è difficile per tutti rinunciare a quanto acquisito (o concesso...) finora.
      Eppure credo sia proprio giunto il momento di andare oltre il provincialissimo Nimby.
      A meno di naufraar tutti assai poco dolcemente...

      Elimina
  2. Strano Paese questo : la casa popolare che si tramanda di nonna in nipote e poi si vende ha lo stesso percorso della licenza taxi . Eppure nessuno chiede la liberalizzazione delle case popolari . Baci & abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... Il malaffare è insito in ogni cittadino di questa nazione. E' forse un buon motivo per continuare?

      Elimina
    2. la casa popolare "poi si vende"?? e da quando??

      Elimina

Posta un commento

Arricchiscimi esprimendo il tuo pensiero.