Grillo è fascista?

Dal dopo guerra ad oggi si è sviluppata la sana modalità di offendere in maniera sempre più veemente il proprio prossimo che argomenta in maniera difforme dal politicolli correct. Il peggiore tra gli insulti lanciati all'altrui indirizzo è sicuramente: 'fascista!'.

Il 99,9% di questi estensori dell'offesa gratuita non conosce alcunché di storia, né tantomeno di sistemi democratici. Ma si sa: parlare è attività su cui non son stati apposti balzelli. Per ora. Non ci resta che aspettare il ministro Padoan...

amore delle moltitudini per Renzi
Fino a qualche giorno fa questi miserrimi soloni avrebbero risposto in maniera univoca e saccente, come da loro costruita natura, alla seguente domanda: ''Alla visita di chi venivano imposte canzoncine agiografiche ai bambini delle elementari?''. 'Mussolini!'.

Da domani si potrà aggiungere il nome del nostro ultimo presidente del consiglio (confido sempre di poter riprendere l'uso delle lettere maiuscole nella dicitura di cariche dello stato), il democratico Matteo Renzi. 

Il Divino Renzi. Colui che puote tutto ciò che vuole. Colui che gli animi del popolo frustrati al dunque smuove.

E la visita alla scuola Raiti di Siracusa ne è magnifico esempio.

Ora la domanda sorge spontanea: fascista a chi?

Ma non basta. Le risposte non si trovano sugli alberi!

I segni sono molteplici e per avere un quadro più completo della situazione dobbiamo necessariamente spostarci in Europa, sede delle prossime libere e democratiche consultazioni (qualcuno, è incredibile, ancora ci crede!).



baffetti merkel
baffetti sospetti Merkel
I segni di cui il destino ci fa dono sono spesso inequivocabili. Basterebbe accoglierli. Basterebbe almeno provare a coglierli.

Eppure c'è ancora chi si affida ai media asserviti che in maniera completamente acritica si fanno portavoce della bontà del sistema incentrato sull'Unione Europea.

Ciò che è stato compiuto in Grecia non basta? A quante altre 'grecia' dovremmo assistere?

Chiedo solo un altro piccolo sforzo, e concludo.

I socialisti europei hanno eletto Martin Schulz (il kapò di berlusconiana memoria) come loro candidato per le imminenti elezioni. Bene. Ti chiedo solo, oh appassionato lettore, di guardare questo filmato di poco più di un minuto.

Ed ora: fascista a chi?