Primo Aprile: ci attaccano!


Anche quest'anno si avvicina il primo Aprile. Non per tutti, certo.
darospoaprincipe
pesce d'Aprile

La Repubblica di Utopia dichiara guerra all'Italia schierando il suo esercito lungo le Alpi e la sua flotta nell'Adriatico. La situazione è seria, ma non grave.

Questo lo sviluppo dell'intera vicenda.

Primo giorno:
Il tg 1 ne dà notizia dopo lo sport. 
Il tg 5 dopo l'ultima esclusione eccellente del Grande Fratello. 
Nessuna reazione dai politici.




darospoaprincipe
Secondo giorno:
Dopo i resoconti relativi alla scomparsa delle mezze stagioni, ecco le interviste ai politici.
Berlusconi dice che va tutto bene: lui è amico del presidente della Repubblica di Utopia e non sussiste pericolo alcuno.
Grillo insulta chi lo 
intervista.
Renzi twitta: 'domani riformeremo il #titoloV della Costituzione'. 

Napolitano si appella all'unità nazionale. 
Vendola chiede un gesto di discontinuità.
Le parti sociali chiedono di essere sentite.

Terzo giorno:
C'è chi è resuscitato in questo tempo, ma i nostri media sono duri a redimersi. 
Dopo il servizio sul fortunato vincitore del Superenalotto e quello sul femminicidio del mese precedente, la palla passa ai politici.
Berlusconi dice che si tratta di una mossa eversiva dei magistrati di Milano e lui continua comunque a tenere botta.
Grillo dice che la colpa è della finanza internazionale.
Renzi twitta: 'se domani non modifichiamo la #riforma elettorale, io mi dimetto!'
Intanto il nemico sfonda al Brennero.
La CGIL esprime contrarietà. 
La Boldrini dice che gli extracomunitari vanno accolti in albergo.

Quarto giorno:
I primi titoli sono per la crisi economica ormai alle spalle. Poi è il turno dei politici.
Berlusconi compare in tv e, con un sorriso complice, dice: "ho risolto tutto grazie ad una serata galante con la figlia del presidente della Repubblica di Utopia. Ora siamo amici, il loro esercito si è ritirato dal Brennero". Berlusconi però non sa che il nemico ha cambiato strategia e ha deciso di attaccare dal mare.
Grillo inizia il suo tour nei palazzetti.
Renzi twitta: ''la #scuola è una priorità!''
Iva Zanicchi discetta nei talk show di politica monetaria ed uscita dall'euro.
La FIOM dice che è un complotto della Fiat. 

Quinto giorno:
È sabato, sarà pure lecito sospendere le attività parlamentari, no? W lo shabbat!
darospoaprincipe
Sesto giorno:
La tv annuncia che il nemico è sbarcato in Puglia: presi sia da davanti che da dietro. 
Salvini afferma deciso: ''la cosa non ci riguarda!''
Alfano chiede la convocazione di un tavolo di crisi, anche se è domenica.
D'Alema si dice contrario e propone l'istituzione di una Commissione Bicamerale (e si professa pronto a presiederla) per decidere la strategia difensiva. Da lunedì, però.
Renzi twitta: ''l'#europa appoggia le nostre riforme!'
La CGIL minaccia lo sciopero generale.

Settimo giorno:
Il nemico passa in Calabria e nel contempo sfonda in Friuli.
Il governo convoca le Parti sociali e le restanti ininfluenti Opposizioni finte e reali (rispettivamente FDI, SEL, Lega e M5S, con un totale del 30% dei parlamentari), per decidere le migliori modalità di difesa della Patria.
Napolitano manda un messaggio di auguri a tutti nel quale ricorda che sarebbe increscioso essere conquistati da una potenza nemica proprio durante il suo secondo mandato. E ribadisce che l'Italia è una ed indivisibile.
Salvini lo scherza su Telepadania.
Grillo lo definisce un vecchio trombone.
Renzi twitta: ''#obama è con noi!'' 

Ottavo giorno:
Ha inizio la riunione per l'istituzione della Commissione Bicamerale. 
Berlusconi, da extraparlamentare privo del diritto di voto attivo e passivo nonché del passaporto, dà il benvenuto a tutti e apre i lavori. 
Grillo chiede le dimissioni del governo.
La ministro Pinotti propone fiera di bombardare il nemico con gli F35 ma il commissario per la spending review, Cottarelli, si oppone perché costerebbe troppo. 
La Pinotti rilancia proponendo di inviare l'Esercito, ma la CGIL chiede che prima sia loro rinnovato il contratto, venga concesso un aumento di salario e vengano diminuite le ore di lavoro. 
Il Ministro del Lavoro Poletti fa sommessamente presente che non esiste il CCNL dell'Esercito. 
La Camusso, indignata, proclama sei giorni di sciopero generale. 
Ore 18:00: la riunione è sospesa perché in serata gioca la Fiorentina e Renzi deve prendere un aereo di Stato per arrivare in orario allo stadio, dove s'incontrerà con Serracchiani e Civati per definire pure la linea del PD alle Europee. 'sono al #Franchi: nulla avrebbe mai potuto tenermi lontano da qui!'
Berlusconi ne approfitta per portare a passeggio Dudù.

Nono giorno:
Le agenzie battono una nota di Napolitano che contiene un severo monito.
Il nemico è arrivato a Verona: il referendum del Veneto ha finalmente trovato degna attuazione! 
La Boldrini dice che gli alberghi dedicati all'accoglienza degli extracomunitari devono essere i più lussuosi possibile per non farli sentire meno accolti dei turisti che si pagano la vacanza.
Renzi è furibondo e twitta: ''la Fiorentina è fuori dalla coppa, ma noi siamo comunque al #lavoro!''
Grillo chiede a viva voce le dimissioni del governo.
Alfano dice che le operazioni di intelligence proseguono sottotraccia e stanno dando i frutti auspicati dal Paese.
La CGIL, pur esprimendo il massimo rispetto per il Presidente, fa notare che, sino a quando non si rinnova il CCNL, i soldati non si muovono: altri sei giorni di sciopero!

Decimo giorno:
Il presidente della Repubblica di Utopia compare in TV a reti unificate e annuncia di aver conquistato tutta l'Italia e d'aver messo agli arresti governo, deputati, senatori e parti sociali. Tutti son stati messi ai lavori forzati nel circo della Capitale
Renzi twitta dalla gabbia dei gorilla: ''è solo un rallentamento momentaneo: l'#europa continua a credere in noi!''
Napolitano scrive note di biasimo dalla gabbia degli elefanti.
darospoaprincipeGrillo sbraita contro l'euro dalla gabbia dei leoni.
La Camusso ha organizzato lo sciopero dei clown dalla gabbia dei pappagalli.
Berlusconi non è in gabbia.

Un mese dopo:
Gli Italiani decidono di muoversi tutti insieme (uniti si vince!!!) e, armati di forconi e badili, si sbarazzano in tre giorni delle forze nemiche. 
Andranno mai al circo a liberare politici e parti sociali?

Buon pesce d'Aprile!

I sogni son desideri...





Commenti