L'italia ha vinto!


darospoaprincipe
promesse di Renzi
Di quale italia vai cianciando?!

La domanda è legittima.

Vi do un aiutino: non è quella delle promesse del presidente del consiglio.

Non parliamo di certo dell'italia che inneggia al verosimile salto sul carro del vincitore del M5S di Grillo e della Lega di Salvini. 

Stanno puntando alla realizzazione del primo governo senza opposizione, neppure quella formale a cui siamo stati tanto teneramente abituati fin dall'immediato dopoguerra: siamo davvero un grande paese!

E nemmeno dell'italia che ha assunto al solita posizione supina nei confronti della politica statunitense su Kiev: da supini non vincono manco i vermi, animali peraltro abituati a strisciare per loro intrinseca natura.

Ma continua a non vincere anche l'italia della famiglia: e siamo all'ennesima strage nella cosiddetta capitale morale di un paese abbandonato a se stesso, privato accuratamente negli anni di ogni punto di riferimento (Stato e Chiesa: chi l'ha visto?, si chiederebbe la Sciarelli?).

E non c'è motivo di gioire nemmeno dando un'occhiata alla capitale legale di questo ormai triste paese: per l'ennesima volta qualche acquazzone ha paralizzato una delle città più importanti del mondo (attualmente amministrata da #sottomarino), la stessa città dove l'assessore al bilancio si dimette perché inascoltata e i dipendenti pubblici si danno allo sciopero perché considerati mediamente in esuberoEppure manca evidentemente chi manutiene le vie cittadine...

Ma, allora... Tutto questo odore di vittoria che si respira nell'aria a cosa è riconducibile?



darospoaprincipe
potere e pallone
L'unica italia di cui c'interessa è quella calcistica, quella che s'è brillantemente (?!) aggiudicata l'incontro con l'Inghilterra di Hodgson. Grazie a un goal di Balotelli, per di più.

E' molto triste ritrovarmi a scrivere Grillo e Salvini, Inghilterra, Hodgson e Balotelli con la maiuscola, e il nome della mia patria natia con la minuscola, ma... La forma ha ancora una sua importanza, per me.

Forse si fa troppo tardi ad aspettare le due del mattino per gioire di una vittoria: a quell'ora la buonanotte doveva già essere cominciata da un pezzo!

Signore e Signori: buonanotte!


Nella terribile storia delle carestie mondiali è difficile trovare un caso in cui si sia verificata una carestia in un paese che avesse una stampa libera e un'opposizione attiva entro un quadro istituzionale democratico. - Amartya Sen