Acqua Marcia

darospoaprincipe
acqua marcia


L'Acqua Marcia (in latino Aqua Marcia) è il terzo acquedotto di Roma antica, costruito nel 144 a.C. dal pretore Quinto Marcio Re, da cui prende il nome.

Ma non vuole essere la Storia il fulcro di questo post.

Le bottiglie di plastica che troviamo nei supermercati cedono nell’acqua composti potenzialmente tossici, afferma Silvano Monarca, docente del Dipartimento di Igiene e sanità pubblica dell’Università di Perugia. Ricerche confermate anche da alcuni studi europei che hanno riscontrato la presenza di interferenti endocrini, sostanze che potrebbero addirittura modificare l’equilibrio ormonale.

Gli antichi Romani non avevano di questi problemi; i romani moderni si ritrovano pure con l'acqua pubblica resa marcia da eccessi di arsenico. Ma #sottomarino (il sindaco della Capitale) non lo sa!

Se solo l'uomo non fosse composto al 70% di acqua...



darospoaprincipe
acqua e relatività

Non possiamo esimerci dal bere, purtroppo.

Le soluzioni, a questo punto, sono due.

La prima è il panico. E va evitato. 

Sempre.

Con la seconda si ascende a un livello superiore: si parte dall'assunto che siamo parte del tutto.

Credibile o meno, dipende dalla pratica di ciascuno. Tentar non nuoce, però. 

Ed ecco a Voi: la Radionica esoterico-scientifica applicata all'acqua.

1. Prepariamo due barattoli con dell’acqua, senza coperchi.

2. Prendiamo il primo barattolo e cominciamo a dirgli ad alta voce tutto il negativo che pensiamo di questa vita: angosce, paure, affanni... Mescoliamo l’acqua: ci sentirà meglio. Dopo di che mettiamo questo barattolo da una parte.

3. Prendiamo il secondo barattolo e c'inseriamo idealmente un essere fantastico che sarà in grado di risolvere facilmente i nostri problemi: un personaggio dei fumetti, una divinità, una persona che stimiamo particolarmente. Come? Raccontando a voce alta all’acqua chi abbiamo messo a vivere dentro di lei, descrivendolo nel modo più dettagliato possibile e canticchiando una canzone che ci ispira buoni sentimenti.

4. E ora la magia principale: canticchiando sempre la stessa canzone aggiungiamo l’acqua dal barattolo magico al vaso con i problemi e mescoliamo bene il tutto con una bacchetta di legno, in senso orario.

5. Fatto! Con questa acqua magica potremo fare di tutto: berla, lavarci, fare degli impacchi, persino preparare cibi o the. E l'energia positiva ci pervaderà.

n.b. Verosimilmente questo sistema nulla potrà contro l'arsenico
Non subito, almeno. Ma con un po' d'esercizio, forse, anche Ignazio Marino diverrà finalmente amico dell'acqua...

"L'Uomo è una complicatissima e perfetta "macchina" bioenergetica, creata dalla Mente Suprema, che può essere programmata e che è capace di autoprogrammarsi... Ogni "macchina" deve essere messa a punto eseguendo un programma personalizzato (memoria genetica, karma, destino)" - Liudmila Puchkò