Dita su Milano.


Forte, Milano.

É la città del Duomo, Milano.

É una città che ti prende per mano, Milano, e ti guida per i suoi napoleonici vialoni.

É la città di Maurizio Cattelan, ed è stata la città di Leonardo, Milano.

Cambiano i tempi, cambiano gli stili, e cambiano le dita di riferimento; ma Milan, l'è semper Milan!




darospoaprincipe

Se Milano è da bere, Roma è da magna'!

Per i Romani Docg è un quartiere di Roma, Milano.

Per altri è la sede del lavoro lontano dalla famiglia, Milano.

Per tutti questi, evidentemente, non valicherà mai l'ambito del prosaico, Milano. 

''a cosa più bbella de Milano? Er rientro a casa!'

Ma c'è chi la raggiunge invece per motivi ludici quali possono essere avvenimenti sportivi o eventi di moda o seminari olistici: e la percezione cambia radicalmente in questi casi. La libertà agevola sempre valutazioni più obiettive.

E Milano appare sotto una luce completamente diversa.

darospoaprincipe

Ne ascolti i racconti delle vie larghe; ne ascolti i racconti della folla ordinata intorno alla Madunina che brilla d'oro sulla guglia più alta del Duomo; ne ascolti i racconti dei binari che vanno finendo col toccarsi mentre, abbracciati, scompaiono dietro quella curva; ne ascolti i racconti degli impettiti manager che transitano sotto al dito di Cattelan; ne ascolti i cinesi che copiosi l'attraversano in lungo e in largo; ne ascolti i numerosi piercing e le innumerevoli ballerine che abbigliano gli avventori della metro: la ascolti, Milano. Come una poetica composizione jazz.

E passeggiando per le monumentali vie, la respiri, Milano.

E lentamente prendi coscienza dell'energia che, a dispetto di tutto, riesci ancora a percepire in questa città. Una città che si racconta: basta saperla ascoltare.

E lentamente prendi coscienza che tutto, nella vita, finisce sempre coll'assumere la corretta posizione quando il tuo approccio è libero da pregiudizi.

Tutto ha un senso meraviglioso, ma spesso non lo scorgiamo perché accecati dalle nostre più intime proiezioni. 

Alzo compuntamente la mano e chiedo: tra Prosa e Poesia chi vincerà? 

In medio stat virtus. A noi attribuire il significato più conforme alla parola 'medio'.



La doccia è milanese perché consuma meno acqua e fa perdere meno tempo: quindi è produttiva. La vasca è invece un appuntamento con i pensieri: è napoletana. - LUCIANO DE CRESCENZO