Dita su Milano.


Forte, Milano.

É la città del Duomo, Milano.

É una città che ti prende per mano, Milano, e ti guida per i suoi napoleonici vialoni.

É la città di Maurizio Cattelan, ed è stata la città di Leonardo, Milano.

Cambiano i tempi, cambiano gli stili, e cambiano le dita di riferimento; ma Milan, l'è semper Milan!




darospoaprincipe

Se Milano è da bere, Roma è da magna'!

Per i Romani Docg è un quartiere di Roma, Milano.

Per altri è la sede del lavoro lontano dalla famiglia, Milano.

Per tutti questi, evidentemente, non valicherà mai l'ambito del prosaico, Milano. 

''a cosa più bbella de Milano? Er rientro a casa!'

Ma c'è chi la raggiunge invece per motivi ludici quali possono essere avvenimenti sportivi o eventi di moda o seminari olistici: e la percezione cambia radicalmente in questi casi. La libertà agevola sempre valutazioni più obiettive.

E Milano appare sotto una luce completamente diversa.

darospoaprincipe

Ne ascolti i racconti delle vie larghe; ne ascolti i racconti della folla ordinata intorno alla Madunina che brilla d'oro sulla guglia più alta del Duomo; ne ascolti i racconti dei binari che vanno finendo col toccarsi mentre, abbracciati, scompaiono dietro quella curva; ne ascolti i racconti degli impettiti manager che transitano sotto al dito di Cattelan; ne ascolti i cinesi che copiosi l'attraversano in lungo e in largo; ne ascolti i numerosi piercing e le innumerevoli ballerine che abbigliano gli avventori della metro: la ascolti, Milano. Come una poetica composizione jazz.

E passeggiando per le monumentali vie, la respiri, Milano.

E lentamente prendi coscienza dell'energia che, a dispetto di tutto, riesci ancora a percepire in questa città. Una città che si racconta: basta saperla ascoltare.

E lentamente prendi coscienza che tutto, nella vita, finisce sempre coll'assumere la corretta posizione quando il tuo approccio è libero da pregiudizi.

Tutto ha un senso meraviglioso, ma spesso non lo scorgiamo perché accecati dalle nostre più intime proiezioni. 

Alzo compuntamente la mano e chiedo: tra Prosa e Poesia chi vincerà? 

In medio stat virtus. A noi attribuire il significato più conforme alla parola 'medio'.



La doccia è milanese perché consuma meno acqua e fa perdere meno tempo: quindi è produttiva. La vasca è invece un appuntamento con i pensieri: è napoletana. - LUCIANO DE CRESCENZO


Commenti

  1. Sai che non so se essere un poco triste, perché sento decantare i rimasugli di Milano come fossero Milano, o se sentirmi vagamente lieto perché qualcuno, attraverso i rimasugli di Milano, intravede Milano? Non lo so...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio sentirsi lieti, no!?
      Credo che molto dipenda dagli occhi con cui guardiamo: siamo spesso troppo presi da noi per apprezzare ciò che ci circonda e vediamo rimasugli. A me capita con Roma...
      Da turisti, forse, è più semplice apprezzare il contesto e vedere il bello.
      Milano, Roma, l'italia... La base è buona, no?! Risorgeranno.
      Mi piace crederlo.

      Elimina
  2. Capisco il senso del pezzo e mi trovi abbastanza d'accordo : in questa vita, in questo mondo, ciascuno trova ( vede, approccia ) ciò che gli pare.
    Ma sul ''tutto ha un senso meraviglioso'' ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati!
      Negli ultimi due mesi ho avuto il 'piacere' di confermarmelo ogni santissio giorno che il buon dio ha mandato su 'sta terra!

      Elimina

Posta un commento

Arricchiscimi esprimendo il tuo pensiero.