Si parte!


Il corpo non ce la fa più.
darospoaprincipe
Vacanza = andar lontano dal posto di lavoro.

È necessità dell'anima, quella di staccare: si rischia di esplodere!

Si rischia di uccidere il collega o la femmina che al semaforo s'imbelletta allo specchio e parte senza guardarsi intorno, mettendo così a repentaglio la vita di uomini probi.

Chi non ti aspetta, oh sospirata Vacanza, è già partito di suo!


darospoaprincipeChe poi: ma siamo davvero in grado di staccar la spina al quotidiano per due settimane? Ce la farà poi a riprendersi?

Stare senza connessione...

Senza smartphone...


Siamo davvero sicuri che mare e/o montagna siano in grado di ritemprarci le stanche membra affaticate da smartphone, facebook e connessione!?

Chi non parte, ricordiamolo, è un perdente.

Meglio indebitarsi e partire, piuttosto che perdere la faccia col vicino!

Dopotutto: esiste forse altro modo di scappare dal triste presente?

E allora bisogna preparare il bagaglio; leggero, ti dici. 

darospoaprincipeE solo se sei single puoi arrischiare simili ragionamenti. Ricordalo. 

Altrimenti scatterebbe la fustigazione associata al pubblico ludibrio!

Cosa mette in valigia un single?

I sogni. Le aspettative. I desideri più profondi.

Hai visto mai...

Magari si finisce coll'atterrare su Kepler 452-b, no?!

Mai porsi degli sciocchi limiti.



Desideriamo spiagge assolate, e poi passiamo il tempo a tenere il sole lontano dalla nostra pelle, l’acqua salata fuori dai nostri corpi, e la sabbia fuori dalle nostre cose - Erma Bombeck


Commenti