Donne, isole e sirene

darospoaprincipe
Alla ricerca della Donna.

Forse anche per questo il destino mi ha condotto in Grecia.

Da sempre sono attratto dal mare, dalle isole, dal sole, dalle ole, dalle le, dalle e...

Ulisse è tornato a Itaca dalla sua fedele Penelope dopo periglioso viaggio impreziosito da Circe e Sirene.

Forse è da lì che dovevo partire per la mia ricerca: dal mito!

Ma di ogni ricerca si fa fatica a definire l'effettivo inizio, tanto più l'effettivo approdo...

Veleggiare verso l'ignoto ha un suo intrinseco fascino, dopotutto.




darospoaprincipe
La donna e il mito.

La donna e il Tao.

La Donna: il Vuoto che contiene il Pieno. 

La Donna: il complemento dell'Uomo.

Due sono i tipi di Vuoto interni alla Donna: quello fisico e quello spirituale.

É la Natura a condurre la Donna nella ricerca del riempimento dei propri vuoti interiori.

I problemi cominciano a sorgere quando la Donna che cerca di completarsi pensa di raggiungere il proprio scopo nella sola unione fisica con l'Uomo.

darospoaprincipeAttende la preda e... Canta.

Le Sirene hanno avuto grande fortuna non soltanto nell'antichità classica: nel Medioevo, quando si cominciò a raffigurarle con la coda di pesce, i cristiani le interpretarono come simbolo del piacere ingannevole e dei beni materiali.

Sentirsi coccolata; piacere al proprio uomo... Divengono questi gli obiettivi della donna-sirena, la donna incompleta. E l'unica arma che ritiene di avere per tenerlo stretto a sé è quella di esserle completamente devota.

É a questo punto che comincia a lusingarlo, a compiacerlo; lo irretisce di continuo per trovare il proprio posto nel mondo. É questo il canto della Sirena.

Ma esiste l'altra faccia della medaglia: se l'Uomo non accetta lusinghe e salamelecchi, la coda della sirena colpisce impietosa, sfogando la rabbia per la mancata accettazione.

darospoaprincipeLa Sirena non ha le gambe: non può camminare al fianco dell'uomo. 

La Sirena esige che l'Uomo stazioni al suo fianco. 

La Sirena è contraria a ogni forma di crescita: teme il cambiamento, teme l'evoluzione.

Soltanto l'Uomo Spirituale potrà liberarsi dal canto della Sirena. Soltanto Lui vivrà come condanna la continua lusinga e le indicherà col rifiuto la via per completarsi, per trovare se stessa. 

É questo il primo passo per riuscire a sostituire la coda con le gambe e poter finalmente camminare al fianco del proprio Uomo in un'unione equilibrata e soddisfacente per entrambe. 

É questo il primo imprescindibile passo per raggiungere l'estasi suprema propria dell'idillio dell'Amore: la divinità della coppia, nella coppia.

«Io son», cantava, «io son dolce serena, che' marinari in mezzo mar dismago; tanto son di piacere a sentir piena! Io volsi Ulisse del suo cammin vago al canto mio; e qual meco s'ausa, rado sen parte; sì tutto l'appago!" (Io sono, dice, la sirena che allontana i naviganti dalla loro rotta, come feci con Ulisse. Chi si abitua a stare con me, di rado poi si allontana) - Dante Alighieri, Canto XIX Purgatorio

Commenti

  1. Risposte
    1. Elevate elucubrazioni filosofiche sul contemporaneo gentil sesso. :-D

      Elimina
    2. Mister tu hai tutto ti manca solo una cosa la pazzia
      Ci vuole un po' di pazzia per strappare la corda ed essere liberi
      tu non vuoi avere concretamente la pazzia manco un po'
      ecco perché non balli

      Elimina
    3. Mister tu hai tutto ti manca solo una cosa la pazzia
      Ci vuole un po' di pazzia per strappare la corda ed essere liberi
      tu non vuoi avere concretamente la pazzia manco un po'
      ecco perché non balli

      Elimina
    4. In alcuni casi, io ballo da solo!

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina

Posta un commento

Arricchiscimi esprimendo il tuo pensiero.