Coca Cola?! Da bere?


No: quella era Milano.
Anche se pure la Cocacola è spacciata universalmente come bevanda.

E molti ci credono.

Vediamo cosa contiene la sua celebre bottiglia.

Anzitutto acqua: e vabbé... L'acqua è vita.
Poi caffeina e aromi naturali.
Poi zuccheri, tendenzialmente dolcificanti sintetici.
Poi il colorante sintetico E150 D, chiamato caramello.
Poi il celeberrimo ingrediente segreto.

Poi anidride carbonica e acido fosforico.

Cosa!?




No, perché... Ecco... Insomma...

Oh! Altro che la Schiffer che fa pubblicità all'Opel!

H3PO4.

Da quanto ci hanno insegnato, l'acido fosforico (estratto da miniere e raffinato) non è certo ascrivibile tra gli integratori consigliati per una dieta sana, no!?

Tant'è che un suo consumo eccessivo produce semplicemente un'opera di decalcificazione: rachitismo nei bambini, osteoporosi negli adulti.

E veniamo all'anidride carbonica.

CO2.

Questa è notoriamente un prodotto di rifiuto dell'organismo umano. 

Semplicemente.

Serve alle piante, l'anidride carbonica.

Qualche elemento appartenente alla razza umana si dichiara sentitamente vegano, d'accordo, ma non credo sia sufficiente per considerare la CO2 come integratore dietetico degno di particolare considerazione.

Dando per scontato che ormai tutti sono a conoscenza del fatto che gli zuccheri creano terreno fertile allo sviluppo di tumori nell'organismo, la domanda nasce spontanea: perché mai bere ancora Coca Cola?

darospoaprincipeIl fascino del marchio?

Il sapere che ha regalato i colori a Babbo Natale?

Essere coscienti che è paragonabile a un buon solvente?

Sapere che in India è usata come pesticida?

Mah...

É mistero senz'altro associabile alla golosità che colpisce anche i soggetti affetti da Nutellite.

Vediamo di capire cosa accade nel corpo umano una volta ingurgitata una lattina di Coca Cola.

Entra alla carica l'equivalente di dieci cucchiaini di zucchero, tipo attacco della cavalleria: risulterebbe impossibile trattenere il vomito se non ci fosse l'azione distorsiva compiuta dall'acido fosforico nei confronti dell'altrimenti stucchevole sapore dolce.

Il fisiologico picco glicemico successivo genera un surplus di produzione di insulina e un conseguente surplus di lavoro per il fegato che cercherà di trasformare nel più breve tempo possibile gli zuccheri in grassi.

darospoaprincipeNel frattempo l'assorbimento della caffeina induce il fegato a liberare un'ulteriore quantità di zuccheri nell'organismo, il che genera sonnolenza.

É a questo punto che parte la produzione di dopamina, con le stesse reazioni che si avrebbero assumendo eroina.

L'acido fosforico lega insieme calcio, magnesio e zinco che verranno espulsi dall'organismo con la successiva minzione, sottraendoli alle ossa che se ne gioverebbero senz'altro più delle fogne cittadine.

Ora, a meno che l'ingrediente segreto non sia Acqua di Lourdes, direi proprio... Ma insomma! Quanti scheletri indeboliti occorrerà tirare fuori dall'armadio per scongiurare il perdurante consumo di una simile bibita che, ricordiamolo, costa perfino meno dell'acqua minerale!?

Bevi la Coca-Cola che ti fa bene, | bevi la Coca-Cola che ti fa digerire | con tutte quelle, tutte quelle bollicine... | Coca-Cola, sì, Coca-Cola... a me mi fa morire... | Coca-Cola, sì, Coca-Cola... a me mi fa impazzire. - Vasco Rossi