Valori e massimi sistemi


darospoaprincipeObama, il premio Nobel per la pace più particolare della storia, afferma con tono stentoreo: 


'Distruggeremo i terroristi senza rinunciare ai nostri valori!'

I valori degli americani dell'autodifesa? I valori Cristiani del perdono? I valori della Convenzione di Ginevra? I valori della bce? I valori di Bolaffi? 

Perché forse lui non se ne rende bene conto, ma un po' di differenza tra uno e l'altro, giuro che ci sta!



darospoaprincipe
Per chi ancora sogna di cambiare il mondo Obama non ha rappresentato esattamente un angelo caduto dal cielo. 

Al limite un angelo decaduto, ecco.

Ma forse non è guardando a lui, a Draghi e a Renzi che noi idealisti possiamo trovar conforto.

Forse dobbiamo guardare più ad alzo zero. E non per farli fuori, ben inteso!

Ma se guardiamo intorno a noi, scorgiamo facilmente esempi di inciviltà, di mancanza di rispetto e di incuria senza eguali.

darospoaprincipeSulla via più prolifica di ristoranti della Capitale commissariata, vicino al famigerato Eataly, c'è una ferrovia tronca (come il nome del nuovo salvatore catapultato dai piani alti).

Dietro quella splendida teoria di divieti. Dietro quel cancello arrugginito. Dietro quei fasci di erba incolta. Ecco: lì dietro s'interrompono dei binari che le amministrazioni degli ultimi decenni han ben pensato di lasciar morire lì, così, abbandonati e rotti.

E se accettiamo la macchina parcheggiata davanti al divieto, perché mai dovremmo storcere la bocca innanzi alle virili parole di Obama?

Il sistema si corregge sempre dal basso.

Il valore di una persona dipende dal numero di cose delle quali si vergogna.GEORGE BERNARD SHAW 


Commenti