La terra dei cachi

darospoaprincipe
Mah... cachi?

Scimmie.

Che evacuano.

Lo stivale.

In cerca di zone fertili.

É dura...

... Tirare avanti.



darospoaprincipe
Prima i poveri emigranti avevano la certezza, un giorno, di tornare in Patria con del denaro e di trovare un posto migliore.

Oggi un italico turista che sceglie l'estero come meta non si arrischia neppure a confidare nella certezza di ritrovare il suo paese d'origine ancora in piedi, al rientro.

Pensiamo solo a chi ha varcato i confini il 13 dicembre 2015 per la propria settimana di vacanza.

Al suo rientro ritrova un paese orfano dei padri fondatori.

Il 14 Armando Cossutta abbandona il mondo materiale.

Il 15, a lasciare le sue fisiche spoglie, è nientepopòdimenoché il Venerabile Maestro Licio Gelli.

Il 16 esce Star Wars e i posti in sala sono tutti prenotati da tempo: impossibile l'accesso alla prima, a meno di evacuazione (allarme bomba!?) o raccomandazione.

E così, almeno le priorità, all'italico viandante, risultano sempre molto chiare.

Buon rientro, eh!?


Partire è un po' morire. Edmond Haracourt