Family day



darospoaprincipeIn italia si manifesta per tutto ciò che il Gruppo Repubblica dice essere degno della piazza.

Chi non è d'accordo sul concetto di famiglia?

Come puoi essere contrario alla famiglia, dai...

Meglio se arcobaleno, certo: il grigio del quotidiano non piace a nessuno.

Il problema è definire cosa si intende per famiglia, allora.

Qui ci provai. Circa un anno fa.

Oggi che ogni caposaldo ideale è distrutto, un po' di gente in piazza serve solo a riempire spazi altrimenti svuotati dalla crisi. Almeno ci sono tante guardie a proteggere il popolo da spacciatori e scippatori.




darospoaprincipe
I dialoghi sull'argomento sono feroci. Di quella ferocia ch'è possibile ritrovare solo tra vegani e onnivori: sulla politica, in assenza di elezioni da tempo immemore, si battibecca più poco.

La Chiesa è cattiva e i gay hanno ragione. Qualunque posizione che non assume questi due punti a caposaldo non è civile. Punto.

E la sveglia suona puntuale. Personaggi del calibro di Luciana Littizzetto e di Scialpi scendono in piazza per garantire il proprio sostegno all'unica posizione difendibile. La pubblicità è l'anima del commercio.

Hanno forse letto la legge Cirinnà in discussione alle Camere? No. Si sono limitati all'esegesi partorita dai giornalisti di Repubblica. Come tutti del resto.

L'italiano adora parlare per sentito dire.

Adora esprimersi sullo scibile in maniera qualunquista ed è per questo che si irrita facilmente: ripete un mantra a memoria e non è mai in grado di portare argomentazioni.

Ma si sente libero.

E tanto gli*le* basta.


La Costituzione

Parte I

Diritti e doveri dei cittadini

Titolo II

Rapporti etico-sociali

Articolo 29

La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. 

Il matrimonio è ordinato sull'uguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unità familiare.

Commenti

  1. Perché lottare ?
    Perché lottare contro l'ennesimo sovvertimento delle identità e della biologia ?
    Perché lottare contro [ la soddisfazione di questa donna ] ?

    ...

    Dimmi.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non li puoi abbattere, unisciti a loro.
      (In senso lato).

      Elimina
  2. Gentile autore,
    non si capisce quale sia la sua posizione: al di là degli spartiacque mediatici, qua si parla di diritti non riconosciuti, cioè di persone che non possono garantirsi l'un l'altro l'accudimento. Ci arriva a questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Anonimo, a volte rabbia e superficialità non permettono un'attenta lettura di ciò che si pretende di criticare.
      L'Autore è favorevole al riconoscimento dei diritti relativi ''all'accudimento'' ma non a quelli relativi all'adozione, per quanto CHIARAMENTE espresso nel link inglobato nelle tre parole 'un anno fa', all'ottava riga.

      Elimina

Posta un commento

Arricchiscimi esprimendo il tuo pensiero.