Muri arcobaleno


darospoaprincipeÈ vero: è tempo di Sanremo.

Lo so.

L'italiano medio (quello che si veste bene quando va a fare la passeggiata in centro) parla di sanremo, vede sanremo e ascolta solo di sanremo.

Eppure nel mondo succede altro.

Credo...



darospoaprincipe



Mentre l'italiano medio (quello che si veste bene quando va a fare la passeggiata in centro) ciarla divertito sull'arcobaleno di Ramazzotti innamorato della sua bella Marìka e del pizzetto di Vessicchio, il consiglio dei ministri decide con un maxidecreto che i poveri risparmiatori messi sul lastrico dalla piratesca condotta di Boschi padre & co. saranno ripagati dallo stato italiano.

In buona sostanza, le terga dove troveranno appagamento sono le nostre, non quelle dei manager truffaldini amici degli amici: sarà finalmente bad bank, un istituto su base territoriale che assorbirà 88 miliardi di sofferenze del sistema bancario italiano.

88... questo numero, da Tarantino in poi, tutti ci perseguita!

E mentre l'italiano medio (quello che si veste bene quando va a fare la passeggiata in centro) ciarla divertito sull'abito di Francesca Michielin, nel paese che più guerre ha cominciato nel mondo vanno avanti le primarie: tra i democratici vincerà la Clinton o passerà Sanders? E tra i Repubblicani trionferà Trump? Chi sarà il prossimo a portare un po' di guerre in giro?

darospoaprincipeIl prossimo Vietnam sarà la Corea Del Nord di Kim Jong Un che sperimenta missili balistici? Vedremo... In fondo è l'unico Paese non allineato all'andamento dei mercati finanziari, no?

E mentre l'italiano medio (quello che si veste bene quando va a fare la passeggiata in centro) ciarla divertito dei 50 anni di carriera di Patti Pravo (sempre più uguale a Donatella Versace...) e del rosa buonista dei geniali Elio e Le Storie Tese, nel giorno della memoria minore del paese (quella relativa alle foibe) si parla in tutta europa di come e dove innalzare i muri per arginare l'enorme flusso di immigrati che punta ad arrivare nel continente dello stivale (per definizione tutt'altro che accogliente, no?).

D'altra parte, se abbiamo detto tutti in coro 'sìììì!' a quello israeliano, perché mai dovremmo schifare quello nostrano lungo tutti i confini dei paesi più bersagliati? Che pianto...

Che poi, in finale... Ma a noi... ma che ce ne frega dell'immigrazione? Noi siamo liberi di guardare Sanremo fino a sabato per poi rituffarci sereni e appagati sul Campionato di calcio: sabato sera c'è Juve - Napoli, eh? Mica pizza e fichi.


Non ho mai visto niente di più anchilosato, rabberciato, futile, vanitoso, lercio e interessato - Ennio Flaiano parlando del Festival di Sanremo