O.J. e la legge


darospoaprincipeLa legge è uguale per tutti, ma per qualcuno è più uguale degli altri. La sempiterna attualità di Orwell è devastante per chi cerca di scrivere libri.

Chi legge la legge? È questo il problema.

Perché così, a spanne, più leggi vengono emanate e più sono gli interpreti del latinorum a sguazzarci, come maiali nei propri escrementi. Elite che si autoalimenta. A scapito della massa: gregge belante che si contenta del pascolo verde.

E quando i media cominciano a portare avanti una battaglia su una nuova legge da emanare, il popolo si esalta e si lancia nel tifo forsennato senza se e senza ma. E non si rende conto che...



darospoaprincipe... più leggi vengono emanate più gli interpreti costeranno, meno sarà accessibile la propria tutela. Sembra ovvio, vero? E invece...

Prima tutti a perorare la definizione del reato di femminicidio, di cui ho già trattato qui.

Poi tutti a perorare la definizione del reato di omicidio stradale, di cui s'è ben trattato qui.

Eppure tutto il mondo è Paese.

Come non ripensare a O.J. Simpson? Gli Usa sono davvero razzisti? Perché ci sarebbe obama a dimostrare il contrario, tra l'altro.

O.J. è negro, certo. Ma ricco. Tanto ricco. E famoso. E simpatico alla folla (oltre che in 'Una Pallottola Spuntata', è stato protagonista pure ne 'I Simpson').

E quindi, nonostante tutte le prove fossero a favore della sua colpevolezza, gli avvocati migliori su piazza lo hanno tirato fuori. Sfruttando il colpo di teatro del guanto: un guanto che non poteva più calzargli dopo l'andirivieni dalle celle frigo e le infinite analisi a cui è stato sottoposto. Un guanto di sfida alla Giustizia.

darospoaprincipeMa noi dobbiamo pòrci quesiti: l'accento fa la differenza da sempre. La colpa, dicevo, non è degli avvocati Johnnie Chocran e Robert Shapiro che per soldi mettono in libertà un colpevole. No.

La colpa è della moglie, la bionda Nicole Brown. La bella moglie w.a.s.p. di O.J. La moglie ammazzata. Quella moglie che diverse volte negli anni è passata dal pronto soccorso per percosse. Mai denunciate. Sempre scusate con inciampi e cadute. Sempre affogate nel lusso e nella bella vita: costi marginali, no?

Inutile emanare leggi pompose e articolate, quando l'educazione del singolo viene demandata alla Tv (n.b. ne è stata tratta una serie che ha apportato ingenti guadagni al poro O.J.).

Inutile credere nella Giustizia, quando esistono casi di letteratura simili che la assimilano ad una simpatica caricatura della dea Dike.

Inutile. 

A meno di non essere smodatamente ricchi.






Commenti