Tutti preoccupati...


darospoaprincipeL'Isis ci sterminerà tutti?

Oggi, intanto, abbiamo scoperto che esiste Dacca, e pure dove è posizionato il Bangladesh nel mappamondo.

Gli attentati dell'Isis stanno svolgendo un importante ruolo suppletivo dei lacunosi programmi scolastici venuti fuori a seguito della riforma #labuonascuola.

Non solo a livello geografico, beninteso: l'Isis chiede a viva voce che noi si conosca il Corano. Risultiamo carenti anche in ambito religioso e storico. 

Hanno ragione, dopotutto: siamo clamorosamente ignoranti. E vantiamo una naturale propensione a inchinarci.



darospoaprincipe
Non parliamo di scambi culturali, eh? 

Loro esigono che noi ci si abbeveri al loro sapere, ma si dimostrano abbastanza refrattari a qualunque tipo di confronto.

E verosimilmente il retro pensiero non è poi tanto differente: ciascuno pensa di possedere la verità. Il dogma.

Mai provato a dialogare con un depositario di dogma (qui)? Più saggio puntare a scalare il K2 a mani nude.

Inutile stare qui a dire che l'Isis è creatura statunitense.
darospoaprincipe
Inutile stare qui a ricordare la politica Americana dal dopoguerra ad oggi: l'Urss era tra i buoni contro il cattivo assoluto Hitler, poi è diventata il male assoluto; prima Saddam era alleato prezioso in medioriente, poi è diventato il male assoluto; prima Gheddafi era alleato imprescindibile in nord-africa e poi è diventato il male assoluto. 

Ed ogni volta i media han condotto le masse laddove serviva agli Usa. Occultando gli elementi che potevano nuocere all'apprendimento delle favole raccontate.

Ora è il momento dell'Isis: uno stato liquido, privo di confini, in grado di permettere interventi ad libitum in giro per il pianeta. Il nemico perfetto.

Ma a noi, in finale, che ce frega de tutta 'sta roba (qui)

L'Italia ha giocato un grande quarto di finale coi campioni del mondo della Germania.

Una vittoria di rigore. Di cui il popolo di Angela Merkel è esperto alfiere.

L'Italia s'è battuta alla pari. Ma non è bastato.


Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quando amore mettiamo nel dare. - MADRE TERESA DI CALCUTTA