Karate e ricordi

darospoaprincipe

Ci son giornate in cui inattesi dialoghi ti riportano in un battibaleno a momenti di vita passata.

Momenti sereni in cui credevi di aver trovato una tua guida per il futuro: chi non cerca punti di riferimento in fase adolescenziale?

Io mi ero imbattuto in Marcello Tiberi e Stella Pippi, una coppia di insegnanti di Karate: lui coordinatore italiano di stile, lei pluricampionessa di kumite. 

Mi instradarono allo stile Goju Ryu.

Tecnica e dedizione. Impegno e forza di volontà.

Il massimo, no?


darospoaprincipe
Ridevamo, noi allievi: pensa quando litigano le mazzate che si tirano: chi vince, secondo te? Per me lei: è campionessa europea! Sì, ma lui è uomo! E via così, ogni volta.

Ma loro si amavano

Lo zen aiuta a trovare il proprio equilibrio.

E quando entrambi gli elementi della coppia cercano il proprio equilibrio, quella coppia non può che funzionare.

Oggi, dicevo, mi sono tornati in mente.

E li ho cercati su internet.

E li ho trovati agevolmente.

Hanno avuto due figli, un maschietto e una femminuccia.

E hanno continuato entrambi ad insegnare. Sempre insieme.

Erano felici.

Poi lei muore per una trombosi. A 39 anni.

E i suoi organi finiscono per restituire vita ad altre persone.

E ti rendi conto che i nostri ricordi sono ben più solidi delle nostre esistenze.


Il cuore dell’uomo è come il vestito del povero; è dove è stato rammendato più volte che è più fortePaul Brulat