Fantasia e prossemica


darospoaprincipeQualche volta si sente strisciare furiosamente nell'animo la volontà di ritrovarsi in uno spazio proprio. Esclusivo. Lontano dal presente. Lontano dai presenti.

La cultura incide parecchio, come spiegò Edward Hall nel suo libro del 1963 'La dimensione nascosta': per gli arabi la vicinanza fisica è fondamentale in ogni tipo di relazione; per i giapponesi è preferibile rispettare spazi più ampi. La prossemica.

Mediamente le donne preferiscono relazioni frontali, gli uomini fianco a fianco.

Ma la realtà sa essere fastidiosa e, quando si prende coscienza ch'è fisicamente impossibile disegnare quello spazio armonioso intorno a sé assecondando i più intimi desiderata, ecco sopraggiungere la salvezza per la via razionalmente più inattesa: la fantasia


darospoaprincipe
Tutto nacque con 'L'apprendista stregone', breve cartone ideato da Walt Disney per rilanciare l'immagine un po' appannata di Topolino (Mickey Mouse).

I costi di produzione troppo alti da sopportare indussero il mitico Walt a creare intorno al breve Cartone un lungometraggio incentrato sull'incontro tra musica classica e disegni animati.

Dalla necessità, la virtù: nel 1940 uscì nelle sale Fantasia, opera ad oggi ineguagliata per armonia e piacere suscitato nello spettatore.

Facciamoci caso: è sempre la fantasia a trarci d'impaccio quando meno ce lo aspettiamo (o quando più ne sentiamo l'intimo bisogno).

La fantasia... Tutti ci conduce a interpretare un ruolo da piccola fiammiferaia.

La fantasia azzera infatti le distanze: ti connette con un posto confortevole; ti porta al cospetto della persona che brami; ti consente di vivere emozioni altrimenti precluse. 

La fantasia disegna il tuo futuro più bello, il colorato modello su cui lentamente plasmare il grigio quotidiano. 

Inizialmente il film non ottenne lo sperato successo: il pubblico giudicò male quella fusione di generi. Troppo aulica.

Talvolta chi ci sta intorno non è in grado di capire. Talvolta bisogna solo pazientare. E prendere le distanze dall'ingrato presente. Il tempo è giudice giusto.

E infatti oggi il film Fantasia risulta al 20° posto tra gli incassi di tutti i tempi.

darospoaprincipeÈ la fantasia che ti aiuta a sopportare il reale laddove non sei ancora riuscito a definirlo nel modo a te più congeniale.

Oggi l'unica distanza che si cerca di tenere corta è quella necessaria per non perdere il segnale wifi... 

Oggi i ragazzi non hanno più strumenti per esercitare la loro fantasia: videogame e palestra non aiutano un granché.

Eppure, senza fantasia... Quale futuro?

La fantasia... Ecco a chi consegnare le chiavi della propria esistenza!
 
La fantasia al potere: ecco lo slogan vincente su cui calibrare la tua intera vita.


La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertuttoAlbert Einstein

Commenti

  1. Uhm ...
    io, ci andrei un po' piano con il giudicare con facilità e leggerezza le generazioni successive la nostra.

    { hai letto la [ mia segnalazione ] ? }.

    ===

    RispondiElimina
  2. Non sapevo che la branca della semiologia che studia le relazioni in rapporto alla distanza fisica tra i soggetti comunicanti si chiamasse ''prossemica'';
    grazie.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace sapere che talvolta riesco ad esser d'aiuto nell'allargamento delle conoscenze altrui.

      Elimina

Posta un commento

Arricchiscimi esprimendo il tuo pensiero.