Dr. Strange - il film


Benvenuti nel terrore.
darospoaprincipe
Ormai ci si avvicina ai film della Marvel-Disney tremanti assai, infatti 👀: fatta eccezione per Deadpool (qui), il rischio di uscire dalla sala tristi è demoralizzati resta abbastanza alto.

Proviamo col Dr. Strange, altro eroe della Marvel non di primo piano.

E incrociamo le dita a mo' di mudra 👇👈: hai visto mai...



darospoaprincipe
Il primo passo da compiere è spiegare un minimo ai Martoniani chi sia il dr. Strange (un ispirato Benedict Cumberbatch), al secolo Stephen Vincent Strange, spocchioso neurochirurgo di fama mondiale dal nome bellissimo e dal cognome quantomeno evocativo: c'è ancora qualcuno che non crede nella predestinazione (qui)?

📌 Steve, sei tarato su te stesso - Christine Palmer (una sempre carinissima Rachel McAdams 👙)

Il personaggio ideato da Stan Lee (divertente come al solito il suo cameo) e da Steve Ditko (bello pure il suo nome) rappresenta qualcosa di nuovo nel panorama dei supereroi.

Mentre compie uno dei suoi miracoli in sala operatoria, il dottore ascolta musica ♪ e scherza cogli assistenti su anno di uscita del pezzo e posizione occupata in classifica, e lo spettatore scopre così che Feel so good di Chuck Mangione (qui) esce nel 1977 e arriva in classifica, primo pezzo suonato col flicorno, nel 1978.

L'aspetto culturale è bello che sviscerato: i Martoniani sono già appagati così. Noi ci aspettiamo altro.

E altro arriva. A parte la Lamborghini Huracan (il gruppo Volkswagen, già forte delle Audi di Tony Stark, continua imperterrito a foraggiare l'universo Marvel: dieselgate nun te temo!)

L'esistenzialismo è tema toccato con maggiore o minore levità in tutti i fumetti: qui aleggia per tutto il film fors'anche grazie al celebre mantello del Dottore, la Cappa della Levitazione (vero e proprio personaggio della storia).

darospoaprincipeLa vita ci pone spesso davanti a muri apparentemente insormontabili: il perdente si compiange 😢, il vincente reagisce e cambia vita 💪.

Evitando ogni forma di spoiler, si sappia che il parallelo col Bruce Wayne di Batman Begins va da sé: lì Ra's al Ghul, qui l'Antico (magnificamente interpretato da un'ironica quanto divertita Tilda Swinton).

📌 Ci sono cose che non si possono aggiustare, ma uno spirito sano sarà sempre in grado di sanare il corpo - l'Antico
📌 Devo dimenticare ciò che credo di sapere? - dr. Strange

Si tende ad approcciare le nuovi fasi della vita restando ancorati alle convinzioni maturate nel tempo: ogni evoluzione viene così tarpata sul nascere. Aver scoperto qualcosa di rotto su di sé è solo il primo passo da affrontare per conseguire il risveglio. 

Ed è così che si passa dalla materiale New York alla spirituale Katmandu in Nepal. Le variazioni di contesto, insieme allo scorrere del tempo, scandiscono tutte le scene di questo film ben diretto da Scott Derrickson: rendere fluida una storia che alterna uscite new age a dogmi scientifici non dev'essere stato compito agevole. Gli effetti speciali 💣💥 non sono uno degli interpreti del film finalizzato a coprire eventuali buchi di sceneggiatura, ma solo una giusta comparsa. 

L'accidentato e periglioso percorso risulta complicato dalle incrostazioni del vissuto: pesi e ingessature sono lì a ricordarci il cammino compiuto 👣, come un imprescindibile bagaglio. È tutto da buttare? Affatto: sarebbe troppo semplice.

Non basta prendere coscienza delle proprie doti: occorre studiare, per migliorarsi e passare al livello successivo. Tali doti sono non solo propedeutiche, ma fondamentali per affrontare l'ulteriore rampa di scale della crescita. Il dr. Strange vanta una memoria fotografica non comune e una notevole capacità di apprendimento; di contro è presuntuoso e arrogante (il successo può condurre la mente fragile a sentirsi onnipotente).

📌 Non si sottomette un fiume cercando di controllarne la forza: la lezione più importante è capire che non gira tutto intorno a te - l'Antico 

Ed è così che si ritrova ad accantonare la scienza per la conquista del potere medianico: dall'universo al multiverso; dal tangibile al magico; dapprima per un egoistica volontà di superare se stesso, poi per salvare il mondo da Dormammu, il super cattivo di turno 👽, il Signore della Dimensione Oscura.

Mentre lo spazio si dilata e il tempo finisce coll'assumere connotati estremamente relativi ⏳, il suo ancoraggio al reale viene garantito dall'amore della donna 💘 che ha brutalmente allontanato da sé nel momento di maggior difficoltà psicologica: guardare la dedica di lei, sul suo orologio ormai fermo e rotto ⏰, lo rincuora e gli dona la forza di andare avanti.

darospoaprincipe
E se gente come Spiderman (qui) e gli Avengers (qui) si ritrova ad affrontare minacce tangibili che possono al più danneggiare il pianeta Terra 💸, il dr. Strange si ritrova a padroneggiare un potere immenso teso a proteggere la nostra dimensione dalla possibile dissoluzione: oltre il tangibile esistono minacce che l'umana mente non può nemmeno immaginare. 

Una volta scoperto che l'Occhio di Agamotto 👓(che permette di padroneggiare lo scorrere del tempo) è una delle gemme dell'infinito, il collegamento col resto dell'universo Marvel è compiuto: non ci resta che aspettare il secondo episodio delle avventure del Dottore, a 'sto punto.

Esistenziale. Consigliato.


📌 Volevo il potere per distruggere i miei nemici, ho trovato la forza di affrontare i miei demoni - Mordo